Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ma al sud siamo a 13 mila, un quarto in meno

Istat: il reddito medio degli italiani scende a 18 mila euro


Istat: il reddito medio degli italiani scende a 18 mila euro
06/02/2013, 14:11

ROMA - Continua a scendere il reddito medio degli italiani. Secondo l'Istat, nel 2011 è stato di soli 18 mila euro l'anno (per essere pignoli, 17.797 euro). Ma naturalmente la media è solo aritmetica. La realtà dei dati, divise per zone e per regione, dicono ben altro. Dicono che nel Nord siamo quasi a 21 mila euro al mese, al centro oltre i 19 mila al mese, ma al sud c'è un crollo: solo 13.400 euro al mese. Un quarto della media nazionale e un terzo di quello che è il reddito nelle regioni del nord. 
Se andiamo regione per regione, vediamo che c'è un abisso tra i 22.800 euro di Bolzano (le province autonome di Trento e Bolzano sono conteggiate separatamente) e i 12500 euro della Campania, che è la regione più povera d'Italia. 
A livello nazionale, il reddito sale in media del 2,1%, ma anche qui, con una differenza enorme tra il nord (crescita media del 2,5%, con punte del 3% in Emilia Romagna e del 2,8% in Veneto) e il sud, che non va oltre l'1,5%. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©