Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

A marzo l'aumento complessivo è dell'1,1%

Istat: la disoccupazione giovanile è vicina al 40%


Istat: la disoccupazione giovanile è vicina al 40%
30/04/2013, 10:32

ROMA - Continuano a non esserci miglioramenti, per quanto riguarda la situazione occupazionale in Italia. Lo afferma l'Istat, che riporta come a marzo il tasso di disoccupazione sia costante all'11,5%, identico a quello di febbraio e in aumento dell'1,1% rispetto al marzo 2012. Tradotto in cifre, vuol dire che in un anno si sono persi 250 mila posti. 
Il peggio come al solito, viene scaricato sui giovani: nel settore tra i 15 e i 24 anni, la disoccupazione è del 38,4%, in aumento dello 0,6% rispetto a febbraio e del 3,2% rispetto al marzo 2012. Gli uomini hanno avuto un aumento di 19 mila unità mentre le donne un calo di 70 mila unità. Resta stabile solo l'occupazione del gruppo delle donne over 50, 
Aumenta il numero degli inattivi, di 69 mila unità (+0,5%), attestandosi al 36,3%.
L'occupazione maschile resta al 65,9% mentre quella femminile è al 46,7% 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©