Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Aumenta il dato anche rispetto all'anno scorso

Istat: la disoccupazione sale all'8,7%, il massimo da 6 anni

Ma sale anche la disoccupazione giovanile e l'inoccupazione

Istat: la disoccupazione sale all'8,7%, il massimo da 6 anni
21/12/2010, 11:12

ROMA - Ancora pessime notizie dall'Istat sul fronte dell'occupazione in Italia. Ad ottobre sale all'8,7%, in aumento rispetto all'8,4% registrato a settembre. Si tratta del dato più alto dal 2004 ad oggi, tra le serie mensili. Risulta invece in diminuzione il dato medio del terzo trimestre del 2010 (8,3%), rispetto al trimestre precedente (8,4%). Invece il dato trimestrale è in aumento rispetto a quello del terzo trimestre del 2009, che era fermo all'8%.
Ma come sempre si tratta di dati che mostrano pesanti diseguaglianze, a seconda di quali dati vengono presi in considerazione. Per esempio cresce la disoccupazione giovanile, che si ferma al 24,7% della popolazione, con il picco del 36% nel Mezzogiorno. Il quale subisce nel terzo trimestre anche una forte perdita di occupati, rispetto al trimestre precedente, pari allo 0,2%. Mentre al Nord, parallelamente, diminuiscono i disoccupati di 67 mila unità. Nel complesso calano anche gli inoccupati, cioè coloro che non hanno e non cercano un lavoro, dell'1,7%, pari a 36 mila unità.
Resta stabile il tasso di occupazione tra gli stranieri, fermo al 63,7% del terzo trimestre 2010, rispetto al 63,8% del terzo trimestre 2009.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati