Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Nel trimestre il dato è -0,8%, il peggiore dal 2009

Istat: Pil -1,3%, peggio delle previsioni del governo


Istat: Pil -1,3%, peggio delle previsioni del governo
15/05/2012, 11:05

ROMA - Sempre più giù il Pil italiano, dice l'Istat: i dati indicano che nel primo trimestre del 2012 c'è stato un calo del -0,8% rispetto all'ultimo trimestre del 2011 e del -1,3% rispetto al primo trimestre dell'anno scorso. Un peggioramento limitato ai servizi e all'industria, mentre nell'agricoltura c'è stato un lieve aumento. Si tratta di un dato più pesante delle previsioni.
Ma c'è un dato politico, dietro questi numeri: questo è il primo trimestre in cui l'economia è stata interamente gestita dal governo Monti. ma la tendenza a scendere non si ferma: era -0,2% nel terzo trimestre dell'anno, era -0,7% nel quarto, è -0,8% in questo. Con questi dati, quello che è stato paventato come un rischio dalla Commissione Europea - cioè che l'Italia non raggiungerà nel 2013 il pareggio di bilancio - diventa una certezza.
Dati diversi negli altri Paesi: nel primo trimestre dell'anno negli Usa c'è stato una crescita del Pil dello 0,5% rispetto allo scorso trimestre e del 2,1% rispetto ad un anno fa; nel Regno Unito c'è stato un calo del -0,2% rispetto allo scorso trimestre e una crecita pari a zero rispetto ad un anno fa. Meglio in Germania, dove l'aumento del Pil rispetto al trimestre scorso è stato dello 0,5%, superiore alle attese.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©