Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Gli Usa al 25esimo posto, in testa la Nuova Zelanda

Italia e Grecia sono tra i Paesi più corrotti d'Europa


Italia e Grecia sono tra i Paesi più corrotti d'Europa
01/12/2011, 14:12

BERLINO (GERMANIA) - Come ogni anno la Ong Trasparency International presenta il suo CPI 2011, cioè l'indice di corruzione dei Paesi nel mondo. Ed anche quest'anno la posizione italiano non è delle più invidiabili: 69esima su 182 Paesi valutati. In Europa peggio di noi fanno solo la Grecia (80esima), la Romania e la Bulgaria (86esima). Niente a che vedere con la Francia (24esima) o con la Germania (14esima). Per non parlre di Nuova Zelanda, Danimarca, Finlandia e Svezia, che occupano i primi quattro posti della classifica. E se nessuno di questi quattro Paesi sta agonizzando sotto i colpi della speculazione internazionale, parte del merito è proprio dovuto a questo: alla trasparenza di fronbte alla legge.
Tra gli altri Paesi segnaliamo gli Usa al 25esimo posto, la Cina al 75esimo, la Russia al 143esimo. La classifica è chiusa da Somalia e Corea del Nord, al 182esimo posto.
Purtroppo anche questo è un problema molto sottovalutato: la corruzione e la scarsa trasparenza nel modus operandi degli uffici pubblici sono una delle cause della scarsa affidabilità di un Paese; non è un caso se anche questo crea differenza sui mercati internazionali. Per esempio alla Francia è uno dei motivi per cui questo costa uno spread di 200 punti rispetto alla Germania, anche se entrambe hanno la valutazione delle agenzie di rating con la tripla A

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©