Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Presentati nuovi strumenti per la collaborazione tra i paesi

Italia e Tunisia si aprono nuove cooperazioni finanziarie


.

Italia e Tunisia si aprono nuove cooperazioni finanziarie
23/11/2009, 18:11

NAPOLI - “Strumenti finanziari della cooperazione Italia-Tunisia: le opportunità di investimento per le imprese e lo sviluppo locale”. E’ questo il titolo del convegno svoltosi presso la sala “Mariella Cirillo di Palazzo Matteotti. Presenti, tra gli altri, l’ambasciatore della Repubblica Tunisina A.S.E Habib Achour, l’Assessore all’urbanistica e alle attività produttive Nello Palumbo, il presidente della Camera di Commercio di Napoli Gaetano Cola, il vicepresidente dell’Unione Industriali di Napoli Paolo Scutieri, il Presidente dell’Upi Campania Pietro Langella e Stefano Fermenti; della Direzione Generale Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri.
La conferenza, moderata dal noto giornalista partenopeo Ermanno Corsi, ha rappresentato un importante focus sulle modalità d’interazione economico-finanziaria tra l’Italia e la Tunisia; con un particolare sguardo alle potenzialità logistiche del meridione e della regione Campania. Una porta a doppio flusso che permetterà, all’imprenditoria più attiva del tessuto Napoletano, di servirsi di una linea di interscambio che non sarà caratterizzata da esclusivi movimenti di compravendita ma, come precisa Fermenti, dalla possibilità di creare una vera e propria cooperazione strutturale basata su una distribuzione “razionale” e situata dei fondi e dei crediti tra le diverse imprese.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©