Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Pesa il deterioramento del mercato lavoro

Italia: Ocse, reddito famiglie sceso negli ultimi 5 anni

Penalizzati i più giovani

Italia: Ocse, reddito famiglie sceso negli ultimi 5 anni
18/03/2014, 15:06

ROMA  -  Nel rapporto annuale sugli indicatori sociali dell’Ocse si legge che  il reddito annuale della famiglia media italiana è calato di 2.400 euro tra il 2007 e il 2012, quasi il doppio della media della zona euro (1.100 euro).  L’Ocse spiega che la perdita di reddito è legata al ''deterioramento del mercato del lavoro,soprattutto per i giovani''.

L’autorevole Ente, scrive nel rapporto, che  tra il 2007 e il 2010, il tasso di povertà tra i giovani (18-25 anni) in Italia è aumentato di tre punti percentuali, arrivando al 15,4%, e quello degli under 18 di 2 punti percentuali al 17,8%.

Giovani e giovanissimi sono così diventati le fasce d'età con il tasso di povertà più elevato, davanti ai quarantenni (13,4%) e agli over 75 (11,7%). Un trend che, secondo gli esperti Ocse, si sta confermando anche per gli anni successivi.

La percentuale di giovani italiani che sono disoccupati o inattivi, e non sono ne' in educazione ne' in formazione (i cosiddetti “Neet”) è aumentata di 5 punti tra il 2007 e il 2012, arrivando al 21,1%.

Il dato italiano e' il terzo più elevato tra i Paesi aderenti all'organizzazione, dopo Turchia (26,7%) e Grecia (27,3%).

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©