Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il dato complessivo del 2011 è un +0,4%

Italia ufficialmente in recessione, Pil al -0,7%


Italia ufficialmente in recessione, Pil al -0,7%
15/02/2012, 10:02

ROMA - Alla fine è arrivata anche l'ufficializzazione dell'Istat, per un dato che non ha sorpreso nessuno: il Pil italiano nel quarto trimestre del 2011 subirà un calo dello 0,7%. Il che, unito al calo dello 0,2% registrato nel trimestre precedente, ci porta ufficialmente in recessione. Una recessione che non finirà qui, se consideriamo che per il 2012 tutte le previsioni danno un calo del Pil del 2,2% (per ora).
Il calo è decisamente imputabile al crollo della domanda interna ed all'aumento delle tasse, che ci è stato imposto con le tre manovre da 150 milioni in tre anni, in totale (due del governo Berlusconi e una del governo Monti), innescando una spirale negativa che ci potrebbe portare sempre più giù.
Il dato totale annuo, nel 2011 è ancora positivo (+0,4%), grazie soprattutto alla performance positiva dei primi sei mesi dell'anno; ma non basterà per il futuro. E soprattutto nell'immediato, vistoc he il Centro Studi di Confindustria ha previsto un netto peggiornamento della situazione economica nella prima metà dell'anno a cui dovrebbe seguire, nella seconda metà, un piccolo recupero che nel 2013 dovrebbe portarci fuori dalla crisi. Ma al prezzo, per il 2012, di almeno altri 200 mila disoccupati.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©