Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

IVA PER CASSA


IVA PER CASSA
05/02/2014, 09:46

 Chi nell’anno precedente ha maturato un volume d’affari non superiore a 2 milioni di euro per cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti di cessionari o di committenti che agiscono nell’esercizio di impresa, arte o professione, può scegliere di liquidare l’Iva secondo la contabilità di cassa.

In tal modo l’imposta sul valore aggiunto diviene esigibile solo dal momento del pagamento del corrispettivo della cessione o della prestazione di servizio.

Il differimento dell’esigibilità dell’imposta non può infatti superare un anno dal momento dell’effettuazione dell’operazione. 

L’opzione di liquidare dell’Iva per cassa ha effetto a partire dal primo gennaio dell’anno in cui è esercitata. Può essere esercitata anche da chi nell’anno in questione inizia la sua attività.

Chi ha scelto l’Iva per cassa a sua volta non può detrarre l’imposta da versare per l’acquisti di beni oservizi prima di averne effettivamente pagato il corrispettivo (A cura del Centro Studi Lepre Group).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati

04/02/2014, 10:19

Familiari a carico

04/02/2014, 10:13

RELATA DI NOTIFICA

06/02/2014, 09:39

Pensione di reversibilità