Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

L'Ue intanto apre agli eurobond

JP Morgan: il rischio di recessione è "chiaramente elevato"


JP Morgan: il rischio di recessione è 'chiaramente elevato'
20/08/2011, 11:08

La Borsa di Milano ha chiuso ancora in ribasso, alle calcagna un incubo chiamato recessione. Ma la preoccupazione non è solo per l’Italia, ad annunciarlo JP Morgan e lo fa senza troppi giri di parole: il rischio di recessione è "chiaramente elevato". Gli analisti della banca d'affari Usa hanno tagliato le stime di crescita degli Stati Uniti: per il quarto trimestre 2011 gli esperti prevedono un Pil in rialzo dell'1% dal +2,5% stimato in precedenza, mentre per il primo trimestre del prossimo anno il Pil dovrebbe crescere dello 0,5% da +1,5%. Sforbiciata alle stime di crescita degli States anche da parte di Citigroup. Sul fronte europeo Olli Rehn, commissario Ue agli Affari economici, ha aperto uno spiraglio per gli eurobond, che avevano trovato un secco "no" al vertice franco-tedesco di inizio settimana. Gli investitori si tuffano quindi nei cosiddetti "beni rifugio" e l'oro ha così toccato un nuovo record storico a 1.881 dollari l'oncia. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha ceduto il 2,46% a 14.602 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato del 2,12% a quota 15.414.

JPMorgan Chase & Co. è una società finanziaria con sede a New York, ed è leader nei servizi finanziari globali. Attualmente JPMorgan Chase serve più di 90 milioni di clienti. Nell'albero genealogico di JP Morgan Chase figurano quasi un migliaio di antenati (banche di credito ordinario, banche d'affari e holding) confluiti nel corso di oltre due secoli nell'attuale colosso.
Nel 1799 Aaron Burr (poi vice presidente degli USA) fonda la "Bank of the Manhattan Company".
 Nel 1871 il leggendario finanziere John Pierpont Morgan e Anthony Drexel, un banchiere di Filadelfia, fondano la "Drexel, Morgan & Co", che poi sarebbe diventata la JP Morgan & Co.
Nel 1877 John Thompson (editore e finanziere di Wall Street) fonda la "Chase National Bank" (così chiamata in onore di Salomon P. Chase, segretario del Tesoro di Abramo Lincoln), che nel 1930 diventa il più grande istituto di credito del mondo.
Nel 1930 "Chase National Bank" si fonde con la "Equitable Trust Company", controllata dalla famiglia Rockefeller.
Nel 1955 "Chase National Bank" e "Bank of the Manhattan Company" si fondono nella "Chase Manhattan Bank".
Nel 1996 Chase Manhattan Corp. si fonde con "Chemical Banking Corp., dando vita alla maggiore holding bancaria.
JPMorgan Chase nasce nel 2000 con la fusione tra "Chase Manhattan Corporation" e "J.P. Morgan & Co.".
Nel 2004 l'azienda acquista la Bank One of Chicago, quinto gruppo bancario USA.
Nel 2006 acquisisce il controllo di "Manhattan Financial Corp" che si fonde con "Morgan Manhattan & Co." UK
Nel 2008 acquista per 2 dollari ad azione la Bear Stearns, per l'irrisoria somma di 236,2 milioni di dollari.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©