Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ma per il 2012 stime in calo e inflazione in aumento

La Bce si elogia: "Abbiamo allontanato la crisi"


La Bce si elogia: 'Abbiamo allontanato la crisi'
15/03/2012, 10:03

FRANCOFORTE (GERMANIA) - La Bce si fa i complimenti da sola: i due maxi prestiti, per un valore totale di circa 1000 miliardi di euro, "potrebbero aver contribuito a contenere gli effetti di contagio della crisi del debito sovrano". Se lo dicono loro...
Lo dice nel bollettino periodico che la Banca centrale europea emette. Vengono anche fatti i complimenti all'Italia che è quella che, tra novembre e febbraio è riuscita a restringere di più lo spread, cioè il differenziale tra gli interessi sui titoli decennali rispetto agli omooghi tedeschi: -166 punti.
Tuttavia, non sono tutte rose e fiori. I punti dolenti sono due. Innanzitutto il rialzo dell'inflazione che affliggerà diversi Paesi europei che hanno aumentato l'Iva: Italia, Francia, Portogallo, Grecia, ecc. Il secondo è il taglio delle previsioni di crescita, che sono in calo. Per il 2012 la media sarà compresa tra -0,5% e +0,3% (a gennaio erano -0,4% e +1%), mentre per il 2013 si passa dal +0,3% e 2,3% come intervallo al 0 e 2,2%. Naturalmente il valore medio esclude gli estremi, come la Grecia, per cui è previsto un altro anno nero, e la Germania, che dovrebbe raggiungere solo lo 0,2%, ma per cui ci sono molte aspettative se dovessero riprendere le esportazioni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©