Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Presentata la nuova banconota da 5 euro

La Bce taglia i tassi d'interesse allo 0,5%

Draghi prepara mosse per facilitare l'accesso al credito

La Bce taglia i tassi d'interesse allo 0,5%
02/05/2013, 14:45

Piazza Affari migliora insieme agli altri listini europei. Il mercato comunitario in volata dopo il taglio del tasso d'interesse deciso dalla Banca centrale europea. Il Ftse Mib guadagna lo 0,11%, mentre Francoforte sale dello 0,28% e Madrid dello 0,44%. Il presidente della Bce Mario Draghi ha tagliato il costo del denaro dallo 0,75% allo 0,50%, nuovo minimo storico nella concreta speranza di rilanciare investimenti e crescita.
La mossa di Mario Draghi è stata messa in atto in un giorno di festa per la moneta unica che si è dotata di una nuova banconota da 5 euro. La nuova banconota verrà diffusa mediante i canali tradizionali, ovvero sportelli bancari e bancomat e circolerà in parallelo con le vecchie banconote da 5 euro, che avranno pieno valore legale senza termine e comunque continueranno a circolare per un periodo ancora da definirsi. Nel nuovo biglietto sono state integrate alcune caratteristiche di sicurezza nuove e avanzate, la filigrana e l'ologramma recano il ritratto di Europa, figura della mitologia greca, mentre il numero è in verde smeraldo e in controluce passa fino al blu scuro. Nuova moneta, dunque, e tassi d'interesse decapitati ai minimi storici.
Le reazioni dei mercati sono state positive. I listini europei hanno accolto con decisa ripresa questa manovra, lo spread tra i titoli decennali italiani Btp e i tedeschi Bund è in discesa sotto quota 263 punti base con un rendimento inferiore al 3,86%. L'euro resta sopra 1,31 dollari con una forte aspettativa dal taglio di un quarto di punto dei tassi europei. Un euro in forte rialzo nei confronti del dollaro. La divisa unica europea, che già viaggiava sui massimi degli ultimi due mesi, si è portata per un attimo fino a 1,3214 dollari per poi correggere lievemente il tiro e rimanere poco sotto 1,32 dollari. Per gli addetti ai lavori, quella di Draghi non è l'unica misura pronta per ridare ossigeno alla congiuntura dell'area comunitaria.
Ci sarebbero in serbo altre mosse pronte dai piani alti dell'Eurotower, misure per agevolare l'accesso al credito da parte delle piccole e medie imprese. Difatti, lo stesso presidente Mario Draghi ha detto in conferenza stampa che la Bce ha iniziato una fase di consultazioni con altre istituzioni per sostenere il mercato dei titoli garantiti da prestiti emessi dalle banche, in un'operazione tesa a facilitare i prestiti a famiglie e imprese.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©