Economia e finanza / Mercati

Commenta Stampa

La Borsa non teme le tasse di Renzi: Milano +0,4%


La Borsa non teme le tasse di Renzi: Milano +0,4%
13/03/2014, 09:36

MILANO - In molti, ascoltando ieri le proposte del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, hanno detto che l'aumento delle rendite finanziarie era un errore, perchè avrebbe provocato la fuga dei capitali dai mercati italiani. Una previsione che per ora non si è verificata: un'ora dopo l'inizio delle contrattazioni, la Borsa di Milano è in salita dello 0,4%, un andamento normale. Segno che, evidentemente, l'aumento della tassazione sulle rendite non incide più di tanto. 

E del resto, non è una novità: la tassazione media in Europa sulle rendite è del 27%, contro il 20% attuale dell'Italia. Portarla al 26% non farebbe altro che adeguarci alla media europea. E, dato che i titoli di Stato sono esclusi da questo aumento della tassazione, non c'è neanche il rischio di un aumento dei tassi di interesse corrispondente alla diminuzione della rendita (che comunque è il 6% di quello che si ottiene, cioè una cifra estremamente ridotta, rispetto all'investimento iniziale). 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©