Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

LA CAMPANIA E LA TURCHIA COMUNICANO CON L'ANTENNA CAMPANIAMED


LA CAMPANIA E LA TURCHIA COMUNICANO CON L'ANTENNA CAMPANIAMED
17/07/2008, 09:07

Campania e Turchia sono più vicine. Nei giorni scorsi, la Regione Campania ha attivato a Istanbul, presso la sede della Camera di Commercio italiana per la Turchia, l’Antenna campaniamed.

Il desk - realizzato in collaborazione con la Camera di Commercio di Salerno e la sua azienda speciale Intertrade nell'ambito del Programma “Progetti Paese di partenariato Regione Campania e Paesi Terzi del Mediterraneo” - eroga a titolo gratuito un'ampia gamma di servizi specialistici alle imprese delle cinque province della Campania interessate ad espandersi in Turchia e a quelle turche che guardano al mercato campano.
L'Antenna fornisce informazioni di settore, ricerche di mercato e analisi della concorrenza, informazioni ed assistenza legale, fiscale e commerciale di base per le aziende interessate ad avviare rapporti di collaborazione, monitoraggio e sviluppo di canali distributivi ed assistenza logistica di base con organizzazione di incontri d’affari.
Tra gli altri servizi erogati vi sono la verifica dell’affidabilità finanziaria e societaria di potenziali partner, l’assistenza nelle trattative commerciali, nei rapporti con la clientela e per la soluzione di controversie, l’espletamento di procedure richieste dalla normativa locale e le informazioni su manifestazioni fieristiche locali ed internazionali.
L’Antenna ha anche il compito di supportare gli attori dello sviluppo sociale, economico e culturale della Campania (camere di commercio, associazioni di categoria, centri di ricerca, università, etc.) nella creazione di network partenariali con gli stakehoder della Turchia.
L'Antenna campaniamed di Istanbul si aggiunge a quelle già attivate a Tunisi (Tunisia), Il Cairo (Egitto) e Casablanca (Marocco) sempre nell'ambito del Programma “Progetti Paese di partenariato Regione Campania e Paesi Terzi del Mediterraneo”, promosso dalla Vice presidenza della Giunta regionale della Campania con delega ai Rapporti con i Paesi del Mediterraneo e curato dall'A.G.C. 08 – Servizio Rapporti con i Paesi del Mediterraneo e dall'Unità Operativa Regionale Mediterranea in collaborazione con l’Isve e la rete degli sportelli provinciali di Sprint Campania presso le camere di commercio della nostra regione e le loro aziende speciali.   
Il Programma coinvolge cinque Paesi – Egitto, Israele, Marocco, Tunisia e Turchia – ed investe tre settori strategici dell’economia campana e di comune interesse con i Paesi-obiettivo, vale a dire sistema agro-industriale ed agro-alimentare, sistema moda e cultura (tessile-abbigliamento, pelli e cuoio, calzature, antiche tradizioni artigiane come oreficeria e accessori moda) e Information & Communication Technology.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©