Economia e finanza / Mercati

Commenta Stampa

Da un sondaggio di Coldiretti

La crisi colpisce San Valentino: il 55% "taglia" su regalo

Resistono i fiori scelti dal 23% degli innamorati

La crisi colpisce San Valentino: il 55% 'taglia' su regalo
14/02/2014, 10:44

ROMA – L’omaggio preferito in questo San Valentino restano i fiori. Quasi un innamorato su quattro (23%) ha puntato quest’anno su un regalo evergreen. Tuttavia, è una festa degli innamorati connotata dalla crisi: oltre la metà (55%) non regalerà nulla al proprio partner. I dati emergono dal sondaggio condotto da Coldiretti dal quale si evidenzia che una minoranza del 9 per cento regala cioccolatini o agli altri dolciumi, l'8 ai profumi o gioielli e il 5 per cento capi di abbigliamento.

“Nonostante le difficoltà economiche l'omaggio floreale resiste e - sottolinea la Coldiretti - si conferma simbolo della festa degli innamorati con una stima di almeno 12 milioni di fiori acquistati e la tendenza a diversificare puntando oltre alle rose su primule, bulbose azalee e orchidee, meglio se italiane. I fiori italiani infatti sono senza dubbio i più profumati, non solo perché non devono affrontare lunghi tempi di viaggio che fanno arrivare quelli stranieri meno freschi alla meta, ma anche perché molti produttori nazionali sono impegnati a selezionare varietà che presentano aromi più intensi e caratteristici. E vincono perché permettono di esprimere, con classe, fantasia e prezzi ragionevoli, i propri sentimenti senza intaccare sensibilmente il proprio bilancio, e sono più graditi dei cioccolatini che rischiano di compromettere il duro "lavoro" di queste settimane per tornare in forma dopo le festività natalizie, in attesa della prova costume”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©