Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

in tutta Europa i nuovi disoccupati sono circa 1 milione

La crisi fa calare l'occupazione: - 0,50 % in Ue e in Italia


La crisi fa calare l'occupazione: - 0,50 % in Ue e in Italia
15/12/2009, 19:12

BRUSSEL - La crisi economica ha colpito soprattutto l’occupazione. Infatti, secondo i dati diffusi in questi giorni in Europa la depressione ha fatto perdere numerosi posti di lavoro. Il numero degli occupati nell'eurozona nel terzo trimestre di quest'anno ha visto un calo dello 0,5% (pari a 712.000 persone) rispetto ai tre mesi precedenti. La stima è di Eurostat. Per l'Italia, il dato è in linea (-0,5%).
Quanto all'Ue a 27, il calo degli occupati è stato ugualmente dello 0,5% (pari a 1.019.000 persone). Su base annua, dunque rispetto al terzo trimestre 2009, il calo degli occupati è stato pari al 2,1% nell'eurozona e all'1,3% in Italia.
Secondo il comunicato diffuso a Bruxelles, nel terzo trimestre 2009 il numero di occupati nell'Ue erano 221,6 milioni, di cui 144,8 milioni nell'eurozona. Eurostat nota che tutti i settori dell'economia hanno registrato un calo dell'occupazione, ad eccezione del comparto 'altri servizi' (che include anzitutto la pubblica amministrazione, sanità e istruzione), che sono invece cresciuti dello 0,3% nell'eurozona e dello 0,2% nell'Ue-27. Cali si registrano in particolare nell'edilizia (rispettivamente -2,0% e -1,9%), nel manifatturiero (-1,7% e -1,6%), nell'agricoltura (-1,1% e -0,4%), nei servizi finanziari e nelle attività d'impresa (-0,5% e -0,4%), e nei servizi al commercio, ai trasporti e comunicazione (-0,1% e -0,2%).
La situazione, secondo l'Eurostat, è particolarmente critica in Italia e in Spagna, mentre il declino è "più moderato" in Germania e Francia. Particolarmente grave la situazione in Grecia, dove la disoccupazione giovanile nel secondo trimestre di quest'anno è salita 4 punti in più rispetto allo stesso periodo del 2008 e di 6 punti in più rispetto alla media Ue.


Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©