Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

LO comunica l'azienda torinese

La Fiat si arrende alla legge: ok ai delegati Fiom


La Fiat si arrende alla legge: ok ai delegati Fiom
02/09/2013, 15:44

TORINO - La Fiat si arrende e decide di obbedire alla sentenza della Corte Costituzionale: ci saranno delegati aziendali della Fiom. Lo ha comunicato la stessa azienda al sindacato. Nella lettera aggiunge: "In questo modo l'azienda intende rispondere in maniera definitiva ad ogni ulteriore strumentale polemica in relazione all'applicazione della decisione della Suprema Corte. Peraltro questa fissa, come ovvio, un principio di carattere generale - la titolarità dei diritti di cui all'articolo 19 dello Statuto dei Lavoratori alle Organizzazioni sindacali che abbiano partecipato alle trattative per la sottoscrizione dei contratti applicati in azienda - la cui riferibilità alla Fiom nella concreta situazione Fiat è più che dubbia".
Si arriva così al termine di una lunghissima diatriba cominciata dall'amministratore delegato Fiat Marchionne dopo il no della Fiom all'accordo imposto agli operai di Pomigliano d'Arco. Da quel momento, la Fiat ha di fatto ignorato la Fiom, non invitandola ai vari tavoli di contrattazione sindacale, evitando di assumere gli operai iscritti a quel sindacato e altre cose del genere. Inoltre è cominciata una battaglia legale, fatta di ricorsi e controricorsi su qualsiasi cosa: licenziamenti, scioperi, ecc. ecc. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©