Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ma negli Usa scoperto del frumento contaminato

La Monsanto dà l'addio all'Europa: "Non c'è richiesta per gli OGM"


La Monsanto dà l'addio all'Europa: 'Non c'è richiesta per gli OGM'
01/06/2013, 12:21

La multinazionale Monsanto dichiara ufficialmente che non investirà più in attività di lobby in Europa. La comunicazione è stata data ufficialmente da Brandon Mitchener, capo dell'azienda in Europa, in un'intervista al giornale tedesco Tageszeitung. La motivazione risiede comunque nella scarsa richiesta: Austria, Bulgaria, Francia, Grecia, Ungheria, Lussemburgo, Polonia (e da aprile anche l'Italia) vietano coltivazioni di piante OGM; e anche negli altri Paesi europei gli agricoltori tendono a non comprarli, per le difficoltà che hanno a vendere i prodotti di questo tipo. 
Ma c'è anche un altro problema: il grano importato. Ogni anno l'Europa importa 360 mila tonnellate di frumento dagli Usa. Come si fa ad essere sicuri che non ci sia grano OGM? Domanda non retorica dopo l'allarme diffuso via Twitter per quanto accaduto in Oregon, dove un coltivatore ha scoperto che il suo grano è stato contaminato con una variante OGM mai messa in vendita. La Monsanto ha detto che si trattava di una variante sperimentata fino al 2005 e mai messa in commercio. resta da capirte come sia finita nelle sementi "non OGM" acquistate da questo agricoltore.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©