Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

La Rai chiude con 200 milioni in meno

La causa: pubblicità in calo e eventi sportivi troppo cari

La Rai chiude con 200 milioni in meno
17/11/2012, 11:17

La Rai chiuderà i bilanci del 2012 con 200 milioni di euro in meno. È la stima a cui il consiglio di Amministrazione è giunto considerando i 185 milioni di euro persi nei primi 9 mesi dell’anno. La causa principale delle perdite è da attribuire al calo dei ricavati pubblicitari e all’eccessivo costo degli eventi sportivi. Quest’ultimo punto infatti è quello che ha maggiormente influito:  143 milioni di euro per gli Europei di Calcio e le Olimpiadi.

La società Ruters, scrive in una nota: “ Anche per Mediaset, l’altro gigante della tv italiana, il periodo è rosso: il 13 novembre ha annunciato di aver chiuso in perdita il terzo trimestre e anche, complessivamente, i primi nove mesi dell’anno proprio per la situazione del mercato pubblicitario. Secondo la relazione sul Conto economico consolidato, rispetto allo stesso periodo del 2011 la perdita è in peggioramento di 218,2 milioni di euro, dato che a settembre dell’anno scorso si registrava un attivo di 33,7 milioni. La Rai aveva chiuso il primo semestre 2012 con una perdita di 129 milioni di euro, in peggioramento di 178 milioni sullo stesso periodo del 2011.”

Secondo Ruters, a pesare sul segno negativo sarebbe anche il calo degli importi delle convenzioni tra la Rai e la Pubblica amministrazione, che però non vengono quantificati.

Anche i ricavi diminuiscono: 2,39 miliardi nei primi 9 mesi, ovvero 137 milioni rispetto lo steso periodo nel 2011.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©