Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

SI parla di una prima tranche di 3 miliardi di aiuti

La Slovenia dopo Grecia e Cipro? L'austerità fa vittime


La Slovenia dopo Grecia e Cipro? L'austerità fa vittime
26/03/2013, 10:48

LUBIANA (SLOVENIA) - L'austerità che l'Europa, la Bce e il Fondo Monetario Internazionale hanno imposto sta per creare un altro "cadavere": dopo la Grecia e Cipro, anche la Slovenia. 
La situazione non è diversa dagli altri due Paesi: il debito pubblico aumenta, ilk deficit anche, le misure di austerità prese per raggiungere il apreggio di bilancio, oltre a dimostrarsi inutili, hanno aumentato solo la disoccupazione e fatto calare il Pil. Oltre a questo c'è il sistema bancario che perde colpi, dato che le aziende che hanno chiesto prestiti non sono in grado di restituirli. Dulcis in fundo, una situazione politica instabile e una notevole corruzione. A complicare il tutto, anche la SLovenia si è sbizzarita con titoli tossici, pare addirittura per un quinto del Pil nazionale. 
In questa situazione sono in molti a scommettere che Lubiana sarà il prossimo Paese a chiedere aiuti all'Unione Europea. Si parla di una cifra intorno ai 7 miliardi, circa il 15% del Pil. Di questi, tre dovrebbero arrivare subito: uno servirà per le banche, gli altri due per evitare una crescita eccessiva degli interessi sui titoli di Stato. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©