Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

L'ASSESSORE CASCETTA ANALIZZA IL REPORTAGE DEL SOLE 24 ORE SULLE INFRATRUTTURE


.

L'ASSESSORE CASCETTA ANALIZZA IL REPORTAGE DEL SOLE 24 ORE SULLE INFRATRUTTURE
03/09/2008, 14:09

“L’analisi del Sole 24 Ore sui dati dell’Atlante delle infrastrutture dell’Istat 2008, pubblicata ieri, ci dà lo spunto per ribadire con forza la necessità di proseguire nel nostro ingente programma di potenziamento dei trasporti, cominciato negli ultimi anni, e per fornire alcuni importanti chiarimenti, senza i quali - a mio parere - si rischia di dare un’immagine distorta della situazione infrastrutturale della Campania”.

 
E’ quanto dichiara l’Assessore ai Trasporti della Campania, Ennio Cascetta.
 
“Innanzitutto - dice Cascetta - grazie proprio alle cose fatte in questo campo dal 2001, vorrei sottolineare come dai dati pubblicati emerge che - in rapporto alla superficie - la nostra regione risulta ora seconda in Italia per dotazione di strade comunali, quinta per le strade locali, terza per le strade nazionali, quarta per le autostrade, seconda per le ferrovie dello Stato e quinta per le stazioni di Fs. Sempre nell’Atlante Istat, è possibile inoltre rilevare come dal 1996 al 2005 la Campania sia stata una delle Regioni con il maggiore incremento di dotazione di rete FS per superficie (+ 6.7%, rispetto a una media italiana di + 1,3%, dato non riportato dal Sole 24 Ore). Il fatto poi che alla fine, secondo l’elaborazione del quotidiano, la Campania risulti complessivamente agli ultimi posti è dato – oltre che dal considerare anche infrastrutture non trasportistiche - dall’aver utilizzato un parametro che comprende sia la superficie che il numero di abitanti, il che è naturalmente penalizzante per tutte le regioni densamente popolate (vedi anche la Lombardia), e in particolare proprio per la nostra, che ha ben 419 abitanti per km quadrato, l’indice più alto d’Italia. Non a caso sono risultate invece ai primi posti regioni piccole e poco abitate come Val d’Aosta e Molise. Ad ogni modo, è proprio per porre un argine all’eccessiva densità abitativa del nostro territorio che abbiamo da tempo adottato la cosiddetta “cura del ferro”, avviando la metropolitana regionale, unica valida soluzione ai problemi di traffico e inquinamento in zone così popolose, progetto all’avanguardia in Italia, come del resto riconosciutoci dallo stesso Sole 24 Ore. E infatti, se consideriamo proprio la dotazione di ferrovie regionali – dato non riportato dall’Istat - la Campania ha adesso un indice pari a più del doppio della media italiana. Del resto, dall’ultima ricerca Unioncamere-Tagliacarne, presentata nel giugno scorso, risulta che dal 2000 al 2007 la Campania ha il maggiore incremento di dotazione infrastrutturale (+ 9,3%), allineandosi così ai valori medi del Paese e ponendosi al primo posto nel Mezzogiorno”.
   

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©