Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Buona prestazione del titolo della Roma calcio

Le Borse europee non vengono trascinate da Wall Street


Le Borse europee non vengono trascinate da Wall Street
29/03/2010, 22:03

MILANO – Le borse europee non vengono trascinate dal buon andamento di Wall Street. L'indice Ftse Mib segna un +0,18%, a 23.104 punti, l'All Share è sul +0,19%, con scambi complessivi in calo sui 2 miliardi di euro di controvalore. Nel resto d'Europa, Londra segna +0,13%, Francoforte +0,60%, Parigi +0,29%, Amsterdam +0,04%.

A Piazza Affari ci sono spunti di acquisto su alcune blue chip industriali come Fiat, Pirelli, Ansaldo. Speculazioni su Bulgari, mentre sono contrastate le azioni delle banche. In mattinata l'indice era salito fino a un massimo del +0,5%, poi il calo dopo metà giornata e il finale esitante, mentre il Nyse salutava con favore dati macro su redditi e consumi in linea con le previsioni, ma soprattutto il nuovo collocamento di bond greci per 5 miliardi di euro. I titoli del credito soffrono per il tonfo degli istituti irlandesi sulle ipotesi di un rafforzamento della partecipazione pubblica nei due maggiori istituti del paese.

A Milano ne risentono Monte dei Paschi (-0,97%), Banco popolare (-0,95%) e Unicredit, che cede lo 0,78%. Mediobanca è vicina alla parità, mentre Generali alla vigilia delle nomine del nuovo cda sale dello 0,4%. Debole Autogrill, sceso dell'1,24%, mentre Fastweb perde lo 0,56%. Tra gli industriali va forte Pirelli, +2,63% a 0,46 euro proseguendo la corsa iniziata a fine febbraio. Oggi il titolo della Bicocca è spinto da un giudizio positivo di Morgan Stanley. Molto bene anche Ansaldo (+2,38%) e in misura inferiore Fiat (+0,92%) e la holding Exor (+0,61%), nel giorno dei conti, in rosso ma con lauta cedola di 0,27 centesimi.


Vola sulle speculazioni la griffe Bulgari, +2,67% dopo le dichiarazioni di interesse dell'ad di Swatch, e nonostante la famiglia romana azionista abbia chiarito che non intende vendere attività. Tra i titoli a capitalizzazione ridotta trionfa As Roma, +4,33% a 0,891 euro all'indomani della vittoria contro l'Inter che riaccende la speranza di vittoria del campionato. Dal punto di vista finanziario, tra l'altro, il secondo posto finale in classifica (che oggi la Roma occupa) è migliore del primo, poiché non si pagano ai giocatori i premi scudetto e si accede ugualmente alla ricca Champions League.

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©