Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Un solo esempio tra i tanti

Le sanzioni Usa contro l'Iran possono costare alla Francia 5 miliardi


Le sanzioni Usa contro l'Iran possono costare alla Francia 5 miliardi
17/05/2018, 17:05

TEHERAN (IRAN) - In questi giorni si è parlato (poco) della decisione del Presidente Usa Donald Trump di reintrodurre sanzioni contro l'Iran, giustificandole con un presunto programma segreto (non dimostrato) che l'Iran starebbe perseguendo per l'arricchimento dell'uranio al fine di creare missili a testata nucleare. Ma nessun giornale ha sottolineato adeguatamente i danni che tale decisione avrà sulle società europee. Un esempio arriva dalla francese Total, che ha firmato un contratto da 5 miliardi con l'Iran per lo sfruttamento di un giacimento di gas. Infatti l'Iran, benchè sia un Paese produttore di petrolio e gas, non ha una tecnologia adeguata per l'estrazione del gas o per la raffinazione del petrolio. Per cui si devono appoggiare a società straniere. 

Se la Total dovesse cedere al ricatto statunitense e lasciare l'Iran, al suo posto arriverebbe la società cinese CNPC, che già fa parte di un consorzio con Total e l'iraniana Petropars. Attualmente la CNPC è socia di minoranza, ma senza la Total si verificherebbe un rimescolamento delle quote e la Cina diventerebbe la principale socia nello sfruttamento di questo giacimento. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©