Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

L’ERRORE FORMALE NON E’ PUNIBILE


L’ERRORE FORMALE NON E’ PUNIBILE
21/02/2014, 16:32

Il contribuente non va sottoposto a sanzioni in presenza di “mera violazione formale senza alcun debito di imposta”.A stabilirlo è l’articolo 10 comma 3 dello Statuto del contribuente, ossia la legge n. 12/2000.Si tratta di una legge molto importante e purtroppo non sempre pienamente attuata, che fissa i diritti fondamentali di cittadini e imprese nei rapporti con l’amministrazione finanziaria.C’è sanzione, dunque, solo se l’errore ha influito sulla quantificazione del tributo versato.L’errore del contribuente, inoltre,non è punibile neppure quando “dipende da obiettive condizioni di incertezza sulla portata e sull’ambito di applicazione della norma tributaria”.Non è facile dimostrare la presenza di tale situazione, ma capita abbastanza spesso che a ingarbugliare il quadro sia la mancanza di chiarezza del dettato legislativo.Altra situazione di non punibilità si ha quando il contribuente “si sia conformato a indicazioni” dell’amministrazione “successivamente modificate” (a cura del Centro Studi Lepre Group).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©