Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Solo due mesi per trovare un'alternativa

L'Inps manda 450 mila lettere: "Niente pensioni in contanti oltre i 1000 euro"


L'Inps manda 450 mila lettere: 'Niente pensioni in contanti oltre i 1000 euro'
02/01/2012, 13:01

ROMA - Fedele alle disposizioni della finanziaria fatta approvare dal governo Monti, l'Inps ha avvisato, via lettera, 450 mila pensionati che - a partire dal 7 marzo - dovranno trovare un modo diverso per farsi accreditare la pensione. Infatti c'è una norma che prevede il divieto di pagare in contanti le pensioni di entità superiore ai 1000 euro. Di conseguenza sono 450 mila persone che dovranno inviare entro il 28 febbraio i dati del conto corrente (postale o bancario), del libretto postale o della carta ricaribile su cui accreditare la somma.
Naturalmente, una parte di loro già si fa accreditare la pensione su conto corrente o simili, tuttavia c'è da chiedersi quale sia l'utilità di un tale provvedimento. Evitare che il pensionato intaschi i contanti? Il pagamento è un dato così evidente, dal punto di vista fiscale, che non necessita di altre verifiche, per accertare l'entrata. Ma evidentemente serviva la legge "di bandiera" da sventolare.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©