Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Contrazione dei consumi, delle importazioni, delle spese

L'Istat conferma la recessione: -1,4% del Pil in un anno


L'Istat conferma la recessione: -1,4% del Pil in un anno
11/06/2012, 10:06

ROMA - I dati Istat confermano che le cose per l'Italia vanno male. Nel primo trimestre del 2012 il calo del Pil è stato dello 0,8%, rispetto all'ultimo trimestre dell'anno precedente (viene quindi confermato il terzo trimestre a crescita negativa). Peggiora, invece, rispetto ai dati provvisori, il calo rispetto al primo trimestre del 2011: -1,4% e non il -1,3% calcolato sui dati provvisori. Si tratta di un calo generalizzato: se si escludono le spese della Pubblica Amministrazione, in aumento dello 0,1%, calano sia la domanda dei privati (-0,7%) che quella delle aziende (-0,6%).
Anche le importazioni hanno subito una notevole contrazione, mentre per le esportazioni la diminuzione è inferiore. La cosa non deve stupire, visto che la domanda è bassissima per tutti i beni, per cui si comprano meno beni importati e le aziende importano meno materie prime e semilavorati.
Cala anche l'apporto dato al valore aggiunto dai servizi (-0,6%) e dall'industria (-2%); aumenta del 4,9% invece l'apporto dell'agricoltura.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©