Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Italia in ripresa, ma con uno 0,1% in meno

L'Istat riduce i dati sulla crescita del Pil nel terzo trimestre


L'Istat riduce i dati sulla crescita del Pil nel terzo trimestre
01/12/2017, 17:06

ROMA - L'Istat ha modificato i dati sulla crescita del Pil nel nostro Paese rispetto a quelli resi noti a metà novembre. Non più quindi un +0,5%, ma un +0,4%. Si tratta comunque di un andamento positivo, rispetto al +0,3% del secondo trimestre del 2017. Alla stessa maniera viene ridotta la crescita rispetto al terzo trimestre del 2016 da un +1,8% a un +1,7%. E viene ridotta da 1,5% all'1,4% la crescita acquisita, cioè quella che l'Italia avrebbe se nel quarto trimestre la crescita fosse pari a zero. 

La domanda interna è responsabile della crescita del Pil solo per lo 0,7%, di cui solo lo 0,2% dovuto ai consumi delle famiglie. Il resto della crescita è invece dovuto all'export, che sta andando molto bene. Ed è questo punto che dimostra la doppia debolezza della crescita in Italia: finchè l'export aumenta, va bene; ma se ci dovesse essere una crisi economica, l'export crollerebbe e il danno per l'Italia sarebbe enorme. Il secondo punto sono i consumi delle famiglie: un aumento dello 0,2% è praticamente un aumento dovuto all'inflazione. Ma finchè i salari in Italia saranno i penultimi in Europa, non ci sarà mai una domanda interna sufficiente a spingere verso l'alto il Pil. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©