Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ronchi: siamo molto sorpresi

L'Ue indaga sull'esenzione Ici del Vaticano


L'Ue indaga sull'esenzione Ici del Vaticano
12/10/2010, 22:10

ROMA - Si dice assolutamente "sorpreso" il ministro per le Politiche Europee, Andrea Ronchi, riguardo la decisione della Ue di procedere ad un'approfondita indagine  contro l'Italia per gli aiuti che lo Stato concede nelle esenzioni Ici. Secondo la Comunità europea, infatti, tali procedure potrebbero creare importanti distorsioni della concorrenza.
In particolare sono finite nel mirino tutte quelle norme applicate agli enti non commerciali per fini specifici che, detto in termini più capibili e rapportati al caso italiano, sono praticamente tutti queli immobili destinati ad attività religiose e di culto.
Ronchi, che dopo aver appreso la notizia si è dimostrato più che spiazzato, ha però ricordato che sulla questione la Commissione "si era già espressa a fine 2008, stabilendo che le norme italiane non esentano da tassazione le attività prevalentemente commerciali, anche quando svolte da enti ecclesiastici o senza scopo di lucro". Un tipo di interpretazione palesata proprio dall'esecutivo comunitario attraverso una nota diffusa a Bruxelles. In ogni caso, la Commissione, è decisa ad andare fino in fondo e anche per tale ragione analizzerà con cura le disposizioni del quarto comma dell'articolo 149 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi. Secondo tale norma specifica, infatti, viene assicurato un trattamento fiscale favorevole per gli enti ecclesiastici e le associazioni sportive dilettantistiche.
"Confidiamo - ha concluso il ministro - che questa decisione della Commissione rappresenti un passaggio dovuto per arrivare alla definitiva chiusura della procedura. Certo, avremmo preferito di gran lunga poter avere un confronto tecnico costruttivo con i servizi della Commissione prima di questa decisione".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©