Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Non convincono le misure anti-evasione fiscale

L'Ue taglia le stime di crescita dell'Italia: nel 2020 +0,4%


L'Ue taglia le stime di crescita dell'Italia: nel 2020 +0,4%
07/11/2019, 16:57

BRUXELLES (BELGIO) - La Commissione europea è molto pessimista sulla situazione economica dell'Italia. Infatti, secondo le stime, la crescita del nostro Paese nel 2020 sarà limitata allo 0,4%, Si tratta in pratica di un dimezzamento rispetto a luglio, quando eravamo accreditati di uno 0,7%. Mentre per il 2019 resta invariata la stima di una crescita pari allo 0,1%, cioè nulla. Quindi confermiamo il nostro ultimo posto tra tutti i Paesi europei nella crescita, sia nel 2019 che nel 2020. 

La commissione esprime anche dei dubbi sulla validità delle norme anti evasione fiscale varate dal governo. Mentre c'è preoccupazione che misure come quota 100 e reddito di cittadinanza avranno sul debito pubblico e sul deficit. Infatti, per il deficit si prevede un 2,2% nel 2019 (mentre doveva essere il 2,04%) e un 2,3% nel 2020. Cifre che porteranno il debito pubblico ad arrivare al 136,2% nel 2019 e al 136,8% nel 2020. Quindi supereremo quota 135%, altra soglia psicologica preoccupante. Il rischio è che cominci a vacillare sui mercati la fiducia nei nostri titoli di Stato e quindi che gli interessi tornino ad alzarsi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©