Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Nel primo trimestre 2012, 350 milioni in meno

Lufthansa in rosso, licenziati 3500 dipendenti


Lufthansa in rosso, licenziati 3500 dipendenti
03/05/2012, 12:05

BERLINO (GERMANIA) - Anche la Lufthansa, la compagnia di bandiera tedesca, deve affrontare la crisi. Nel primo trimestre del 2012 i conti sono andati in rosso di parecchio, quasi 350 milioni contro i 170 di un anno fa. Un dato pesante per la compagnia aerea, che ha deciso di tagliare i costi. E, come sempre, a farne le spese saranno i dipendenti: si parla di 3500 posti di lavoro in meno, di cui 1500 a Francoforte, il secondo hub in Europa dopo l'aeroporto di Heathrow a Londra. Inoltre probabilmente si venderanno mezzi e si cederanno le rotte meno redditizie per risparmiare un miliardo e mezzo nel prossimo triennio.
Se queste iniziative non bastassero, la Lufthansa pare intenzionata a tentare una impresa che non è riuscita finora a nessun'altra compagnia aerea: creare una società low cost che faccia concorrenza alle altre società del genere; una società comunque controllata dal colosso tedesco. E' già pronto un nome "direct4U" (in italiano diventa "direttamente per te"), mentre i mezzi utilizzati sarebbero quelli della stessa Lufthansa, così come il personale, almeno in parte.
Il problema è che le compagnie low cost sono preferite, soprattutto in questo periodo di crisi; e dove non ci sono loro, ci sono quelle dei Paesi arabi, come la "Emirates". Si tratta di una tenaglia che sta progressivamente erodendo i margini di esercizio di tutte le compagnie aeree.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©