Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Maddaloni a Caldoro: serve discontinuità con il passato


Maddaloni a Caldoro: serve discontinuità con il passato
05/07/2010, 15:07

“Serve un nuovo modello di sviluppo per la Campania che tenga conto delle esigenze del 90 per cento di imprese che compongono il tessuto economico regionale e circa l’80 per cento dell’occupazione. Sarà ancora una volta un autunno di rigore ma è necessario avviare concretamente il tavolo di concertazione voluto dal presidente Caldoro per definire strategie condivise e non approvazioni postume, come accaduto negli ultimi dieci anni nella nostra regione”.

Lo afferma Maurizio Maddaloni, portavoce del coordinamento regionale delle Pmi e della cooperazione che riunisce 13 sigle regionali imprenditoriali dell’agricoltura, artigianato, piccola industria, commercio, turismo, servizi e cooperazione, intervenuto all’incontro con il presidente della Giunta regionale Stefano Caldoro.

“I vicoli imposti dallo sforamento del patto di stabilità sono un muro insormontabile, ma è possibile lavorare insieme per ottenere maggiore flessibilità, da parte del Governo, nell’applicazione delle relative sanzioni, puntando contemporaneamente alla rimodulazione degli impegni di spesa dei fondi comunitari. Servono azioni di forte discontinuità e di rigorosa valutazione degli impegni di spesa già presi – aggiunge Maddaloni – puntando solo su interventi che garantiscono nuova occupazione reale e sviluppo economico duraturo”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©