Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Marcello (Commercialisti) su Iva

Elevare soglia rilevanza penale reato di omesso versamento

Marcello (Commercialisti) su Iva
19/06/2013, 15:39

ROMA - “La perdurante situazione di crisi economico-finanziaria, oltre a mettere a dura prova la sopravvivenza delle imprese, negli ultimi tempi sta provocando conseguenze negative sotto il profilo penale. Sempre più spesso, imprenditori e legali rappresentanti di società si trovano ad essere imputati del reato di omesso versamento dell’Iva di cui all’art. 10 ter del decreto legislativo n. 74 del 2000, ai sensi del quale chi non versa l’imposta dovuta in base alla dichiarazione annuale per un importo superiore a 50 mila euro per ciascun periodo d’imposta, entro il termine per il versamento dell’acconto relativo all’anno d’imposta successivo, è punito con la reclusione da sei mesi a due anni. Unagraco chiede alle forze politiche di intervenire per elevare la soglia di rilevanza penale del reato”. Lo ha detto Raffaele Marcello, presidente dell'Unione nazionale dei commercialisti e degli esperti contabili.
“L’esistenza di difficoltà finanziarie non imputabili certamente a mala gestio delle imprese, ma, ad esempio, alla mancata riscossione di ingenti crediti vantati nei confronti di alcuni enti pubblici o comunque a gravi inadempimenti delle controparti contrattuali rende purtroppo sempre più frequente l’imputazione per il reato in oggetto”, ha aggiunto Marcello.
“Al riguardo, la più recente giurisprudenza ha mostrato attenzione nei confronti di quelle situazioni di dissesto determinate da fattori che non rientrano nella sfera di controllo dell’imprenditore. Il Tribunale di Novara, con una sentenza del 20 marzo scorso, ha prosciolto l’imputato per carenza del requisito di colpevolezza, in base alla considerazione che il sopraggiungere di una crisi di liquidità di dimensioni tanto importanti da comportare lo scioglimento e la messa in liquidazione dell’ente rappresenta una causa di forza maggiore che esclude la volontà del soggetto di omettere il versamento dei tributi dovuti”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©