Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

L’Ad presente al Salone dell’auto francese

Marchionne a Parigi ribadisce: no aiuti alla Fiat


Marchionne a Parigi ribadisce: no aiuti alla Fiat
27/09/2012, 13:37

PARIGI –  L’Amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, parlando al salone dell'Auto di Parigi, che oggi apre le porte alla stampa e dal 29 settembre al 14 ottobre mostrerà al pubblico le sue oltre 100 anteprime mondiali,  ha ribadito che la Fiat non cercherà  aiuti né dall'Italia né dall'Europa.  La fusione tra Fiat e Chrysler era "un atto dovuto" ed è "da completare". "Senza Chrysler avremmo sofferto le pene dell'inferno in Europa", ha sottolineato.  Poi l'ad del Lingotto è intervenuto anche sull'uscita dell'azienda da Confindustria: "Non mi manca, il nostro rientro – ha affermato  - sarebbe inspiegabile". 'Ho invece un rapporto ottimo con l'Unione Industriale con cui abbiamo un forte legame anche per ragioni storiche",   ha precisato  Marchionne.  Mentre  sulle voci circolate nelle settimane scorse sull'interesse di Mazda per uno stabilimento italiano,  ha escluso l’interessamento dell'azienda giapponese a produrre in Italia.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©