Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ad Fiat smentisce ipotesi di cessione dell’Alfa

Marchionne conferma: “Nel 2014 fusione fra Fiat e Chrysler”


Marchionne conferma: “Nel 2014 fusione fra Fiat e Chrysler”
15/11/2012, 17:28

MILANO – La fusione fra Fiat e Chrysler ci sarà. Parola di Sergio Marchionne. L’amministratore delegato della Fiat, durante un'intervista al periodico specializzato Automotive News pubblicata una decina di giorni fa sull'edizione cartacea e oggi riproposta sul sito internet della testata americana, ribadisce che la fusione avverrà nel 2014: “Tutto procede nella giusta direzione” – dichiara, confermando i piani di rilancio dell'Alfa Romeo. “La Giulia è in fase di sviluppo è sarà prodotta in Italia”, smentendo ancora una volta l’ipotesi sulla cessione dell'Alfa Romeo: “Se andate a chiedere l'Audi alla Volkswagen non ve la daranno, non è un questione di soldi e lo stesso vale per l'Alfa”. Passando alle previsioni per quest'anno, il gruppo venderà 4 milioni e 300 mila veicoli di cui più del 50% (2,6 milioni) con le insegne Chrysler.
“Il rischio è che ci siano interventi degli Stati destinati a proteggere le entità nazionali che non necessariamente faranno bene al mercato europeo. Stiamo tutti aspettando le determinazioni dell'Unione Europa sul fatto se l'intervento sia corretto e all'interno delle regole” – dichiara Marchionne, rispondendo ad una domanda sugli aiuti concessi al gruppo Psa Peugeot-Citroen.
Se in Italia la situazione non è proprio delle migliori, in America è tutt’altra storia. Secondo anticipazioni dell'Associated Press Chrysler, infatti, ci saranno ben 1.250 lavoro negli impianti di Detroit, Trenton e Warren con un investimento di circa 238 milioni di euro.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©