Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Per l'Alfa Romeo situazione ancora delicata

Marchionne:«Fiat meglio delle stime degli analisti»


Marchionne:«Fiat meglio delle stime degli analisti»
20/01/2010, 21:01

MILANO -  Oltre ogni più rosea aspettativa : sembra questo il motto che la Fiat ha creato per il 2010 . infatti secondo  l'amministratore delegato Sergio Marchionne  «Il 2009 per Fiat si chiuderà oltre la media delle stime degli analisti». Complice di queste ottime previsioni soprattutto gli ecoincentivi che hanno permesso alla Casa torinese di aumentare le vendite durante l’anno trascorso.
Inoltre il manager italo-canadese sulla controllata Chrysler ha dichiarato che «sta procedendo in linea con i piani».
Ma il numero uno del Lingotto  lancia un chiaro messaggio ai mercati finanziari «Il 2010 sarà meglio del 2009, anche senza gli incentivi», ha aggiunto Marchionne. «Saremmo in grado di sostenere anche quella botta se non dovessero passare».
Fiat, ha detto ancora l'amministratore delegato del Lingotto, non emetterà alcun bond per finanziare gli investimenti programmati. «In questo momento non ne abbiamo bisogno», così Marchionne ha risposto a chi gli chiedeva se il gruppo avesse di lanciare un bond per finanziare i propri investimenti: «Soldi ne abbiamo abbastanza».
Sull’Alfa Rome invece  Sergio Marchionne ha detto che «Il caso Alfa è il più difficile da gestire strategicamente per la Fiat»., ha rilevato ancora Marchionne. «Alfa è un marchio con un grandissimo potenziale, che non è mai riuscito veramente, anche per colpa nostra, a portare avanti dei risultati. Diventa il nostro bambino da curare. Io ce la sto mettendo tutta per metterlo sulla via della guarigione, ma dipende dal bambino», ha aggiunto l'ad, sottolineando le grandi modifiche avvenute nel mercato in cui opera l'Alfa. «È un mercato completamente diverso da quello degli esordi, adesso ci sono tanti marchi in questo segmento», ha concluso.    
«Nel dicembre del 2010 le 500 saranno nelle concessionarie» degli Stati Uniti ha dichiarato il manager: «Per la produzione - ha aggiunto - ci stiamo attrezzando. La 500 dovrà andare in produzione negli Stati Uniti entro il terzo trimestre».

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©