Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il Mercato non ha gradito l'acquisto di Skype

Microsoft in rosso al Nasdaq


Microsoft in rosso al Nasdaq
10/05/2011, 19:05

ROMA - La più grande acquisizione nella storia del gioiello di Bill Gates non sembra aver scaldato più di tanto gli investitori. I titoli Microsoft stanno infatti cedendo al Nasdaq l'1,36% con scambi che hanno già toccato qualcosa come 62 milioni di pezzi, nel giorno dell'annuncio dell'acquisizione di Skype per 8,5 mld di dollari. Navigando nel web ci si comincia ad imbattere in una serie di commenti da parte di esperti, analisti e semplici utenti che non fanno ben sperare sul ritorno dell'investimento da poco rivelato.  C'è che afferma che, storicamente, tutte le compagnie acquisite dal colosso del web sono state "rovinate" dalla sua gestione. Qualcuno ironizza sul fatto che peggio di così Skype non può essere. Inoltre ad aprile il re del VoIP aveva un debito di circa 775 mln di dollari, più una linea di credito revolving di 30 mln. D'altra parte Microsoft aveva disperato bisogno di un potente canale di comunicazione via internet e doveva in qualche modo contrastare l'avanzata di Apple FaceTime e Google Voices. Potenzialmente l'acquisizione di Skype è una mossa azzeccata.
Tuttavia, potrà Microsoft superare gli inevitabili conflitti con i gestori telefonici? Supporterà altre piattaforme? Non avrà pagato troppo per questo deal? 
Questi ed altri i quesiti che cominciano a circolare tra addetti e non. Solo il tempo darà le sue risposte

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©