Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Per coprire un debito di 367 milioni, ha perso il doppio

Monte dei Paschi, raddoppiate le perdite grazie ai derivati


Monte dei Paschi, raddoppiate le perdite grazie ai derivati
17/01/2013, 19:27

SIENA - Secondo quanto riferisce Repubblica.it, il Monte dei Paschi di Siena avrebbe usato un derivato, offertole dalla Deutsche Bank, per tentare di coprire una perdita di 367 milioni di euro. I fatti sono del 2007: la banca italiana aveva puntato su un altro derivato che riguardava le azioni in proprio possesso di Intesa San Paolo e i titoli di Stato italiani; ma le cose erano andate male, aprendo un buco di 367 milioni. 
A questo punto scatta l'operazioni Santorini (il nome di un vulcano che esplose circa 4 o 5000 anni fa): un altro derivato che la Deutsche Bank offrì ad Mps per coprire la perdita, di un valore totale di 1,5 miliardi. Il risultato? 87 milioni di perdita supplementare nel 2007, 62 milioni nel 2008 e 224 milioni nel 2009, quando il derivato è stato chiuso. 
Insomma, il Monte dei Paschi di Siena, anzichè riportare a bilancio una minusvalenza di 367 milioni, se è trovato con una perdita di 741 milioni. Da qui la necessità dui chiedere aiuto allo STato italiano, che le è stato prontamente concesso dal governo Monti, con un regalo di 4 miliardi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©