Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Nel frattempo si affaccia l'agenzia di rating cinese Dadong

Moody's declassa anche il debito irlandese, euro in calo


Moody's declassa anche il debito irlandese, euro in calo
19/07/2010, 11:07

Questa volta l'agenzia di rating Moody's prende di mira l'Irlanda, abbassando il suo rating da Aa2 a Aa1. Dopo la Grecia, la Spagna e il Portogallo, anche il penultimo dei Paesi dei PIIGS ha subito il declassamento. Ormai dall'elenco manca solo l'Italia, l'unica ancora non colpita. La decisione ha causato un calo delle valutazioni dell'euro sui mercati, che è passato da 1,30 dollari ad un controvalore inferiore a 1,29 dollari. Ormai tra dollaro ed euro sembra essere una gara a chi è più debole, non più forte.
In questa situazione, c'è una importante novità. Attualmente le società di rating accreditate a livello internazionale sono tre: Moody's, Fitch e Standard & Poor's. Ma sono tutte e tre statunitensi ed utilizzano gli stessi principi nel valutare la sostenibilità economica. Adesso a questi se n'è aggiunta un'altra, la cinese Dadong. Naturalmente, essendo appena nata, non ha il peso che hanno quelle statunitensi. Tuttavia ha impostato la sua valutazione su presupposti diversi, tali da far decadere gli Stati Uniti dalla AAA ad AA, considerando il dato negativo di un debito pubblico che ormai è quasi uguale al Pil. E' un dato che per ora non significa nulla, dato che il potere di una agenzia di rating è direttamente proporzionale alla sua credibilità; ma è l'unico tentativo di rompere il monopolio Usa in questo campo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©