Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Moody's declassa ancora il debito greco, il governo insorge


Moody's declassa ancora il debito greco, il governo insorge
15/06/2010, 10:06

LONDRA - Nuovo attacco dell'agenzia di rating Moody's alla Grecia, con un inaspettato declassamento dei titoli di Stato, addirittura di tre livelli, da A3 a BA1, che è il primo livello per cui i titoli vengono considerati "junk-bonds", cioè titoli spazzatura. L'outlook (cioè le prospettive) sono stabili, ma secondo l'agenzia di rating il rischio è dovuto al fatto che nel 2013 il debito pubblico greco dovrebbe arrivare nel 2013 al 150% del Pil. Il Ministro delle Finanze greco ha protestato con una nota in cui dice: "Il declassamento non riflette in nulla i progressi registrati degli ultimi mesi né le prospettive aperte dal risanamento del budget e dal miglioramento della competitività del Paese. Il programma concordato con l'Unione europea viene applicato normalmente".
In realtà è strano questo declassamento. Infatti è la conseguenza diretta del prestito da 45 miliardi che l'Unione Europea ha versato alla Grecia per consentirle di fermare il default economico per cui era a rischio. Di conseguenza questa previsione non è uscita all'improvviso, era conosciuta da oltre un mese. E - come dice il governo greco - non c'è alcun calcolo sull'impatto che la manovra "lacrime e sangue" che è stata fatta in Grecia avrà sull'economia nazionale.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©