Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

I pericoli permangono, ma non sono immediati

Moody's ritratta: l'Italia non è a rischio


Moody's ritratta: l'Italia non è a rischio
07/05/2010, 11:05

ROMA - Parziale retromarcia da parte dell'agenzia di rating Moody's: l'Italia non corre rischi immediati dal punto di vista economico. Resta però intatto il rischio causato dall'enorme debito pubblico che è in crescita continua e che questo governo sta ampliando. Questo il succo di una nota che l'agenzia di rating ha emesso a parziale smentita del rapporto reso noto ieri, in cui diceva che l'Italia era a rischio di default, insieme a Spagna, Portogallo, Irlanda e Gran Bretagna.
In realtà, il rapporto andrebbe letto, cosa che pochi fanno, valutando invece agenzie di stampa (e a volte solo i titoli) e poco altro. In realtà il rischio economico c'è, ma per ora è solo potenziale. DIpenderà da quando il governo italiano riuscirà ad uscire dalla crisi, e da come sarà l'evoluzione dei conti pubblici. Infatti, noi abbiamo la cassa integrazione che sta frenando l'emorragia di posti di lavoro; abbiamo le ottime misure prese dai governi di centrosinistra che ci hanno sistemato i conti pubblici. Ma sotto le picconate della crisi e del governo Berlusconi, possono non durare a lungo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©