Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Outlook negativo anche per Parigi, Londra e Vienna

Moody's taglia il rating ai Paesi europei: euro inaffidabile


Moody's taglia il rating ai Paesi europei: euro inaffidabile
14/02/2012, 09:02

WASHINGTON (USA) - Dopo Standard & Poor's arriva anche Moody's a mazzolare indistintamente tutti i Paesi europei. E così c'è chi viene declassato di due scalini come la Spagna (da A1 ad A3), la maggior parte invece di uno solo (Italia da A2 ad A3, Portogallo da Ba2 a Ba3, Malta da A2 ad A3, Slovacchia e SLovenia da A1 ad A2). Tutti invece sono accomunati da outlook negativo: cioè nei prossimi tre mesi ci sono alte possibilità di un ulteriore declassamento. Cosa che vale anche per quei Paesi che hanno la tripla A, come la Francia, la Gran Bretagna e l'Austria.
La ragione, secondo l'agenzia di rating, sta nella "possibilità di un ulteriore peggioramento delle condizioni economiche e finanziarie come risultato di un deterioramento della crisi del debito". Per l'Italia, oltre a questo, si aggiungono altri due problemi: troppa incertezza sulle modifiche istituzionali da fare e scarse possibilità di raggiungere gli obiettivi indicati nel risanamento dei conti pubblici (pareggio di bilancio nel 2013) a causa della crescita macroeconomica negativa (per il 2012 è previsto un calo del 2,2%, per il 2013 dello 0,5%). Insomma, una valutazione più politica che tecnico-economica, esattamente come era stata quella di Standard & Poor's.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©