Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

La perdita in chiusura è stata del 5.59 per cento

Moody’s taglia il rating e la Fiat crolla in borsa


Moody’s taglia il rating e la Fiat crolla in borsa
23/02/2009, 19:02

E’ stato un effetto a catena. Moody’s ha tagliato il rating a lungo termine per la Fiat, facendolo passare da BAA3 a BA1. Quello a breve termine invece è passato da Prime-3 a Not Prime. E’ un declassamento forte, che arriva dopo l’annuncio di un nuovo piano di incentivazioni per il management del gruppo.

L’annuncio di Moody’s è stato diffuso poco dopo le 17, il tracollo dei titoli del Gruppo Fiat è stato immediato: la perdita, in chiusura, è del 5.59 per cento.

In pratica, si consente ai beneficiari “di ricevere gratuitamente un corrispondente numero di azioni ordinarie Fiat per un ammontare complessivo massimo di 8 milioni di azioni ordinarie Fiat”. Due milioni di azioni ordinarie Fiat sono state destinate all’amministratore delegato Sergio Marchionne ed un massimo di sei milioni di azioni sono invece da spartire tra i manager “aventi un ruolo con significativo impatto sui risultati di business”.


Il piano, che verrà sottoposto all’assemblea del prossimo 27 marzo, è fondato sull’attribuzione di diritti “che, subordinatamente al raggiungimento di predeterminati obiettivi di perfomance per l’anno 2009 e 2010, consentono ai beneficiari di ricevere gratuitamente un corrispondente numero di azioni ordinarie Fiat per un ammontare complessivo massimo di 8 milioni di azioni ordinarie Fiat”.

Per la messa in atto del piano si useranno “azioni già emesse acquistate sul mercato non prevedendo l’emissione di nuove azioni. Il documento informativo relativo al piano sarà reso pubblico almeno quindici giorni prima dell’assemblea ordinaria della società”.

 

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©