Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ma è difficile morire sul lavoro, se non si lavora

Morti sul lavoro: nel 2011 sono stati 926, minimo storico


Morti sul lavoro: nel 2011 sono stati 926, minimo storico
10/07/2012, 12:07

ROMA - Nel 2011 ci sono stati "solo" 926 morti sul lavoro. Lo riferisce l'Inail, specificando che è il dato più basso mai registrato ed in ulteriore calo rispetto ai 973 morti del 2010. In diminuzione anche il numero degli infortunati, 725 mila contro i 776 mila del 2010.
Resta la scarsa capacità di controllo delle aziende (nel 2011 l'Inail ne ha controllate poco più di 21 mila) a causa della scarsità di personale. Ma le aziende a loro volta continuano ad ignorare le norme sulla sicurezza dei lavoratori: ben l'85% delle aziende sottoposte a verifica sono risultate irregolari.
Questo dimostra che la riduzione delle morti non dipende da una aumentata sicurezza sui luoghi di lavoro, ma semplicemente dal fatto che la disoccupazione è in aumento; e se non lavori, non puoi morire sul luogo di lavoro.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©