Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

MUTUI: TASSI RECORD A GIUGNO


MUTUI: TASSI RECORD A GIUGNO
16/07/2008, 15:07

Nuovo record per i tassi dei mutui che a giugno hanno sfiorato il tetto del 5,85%, toccando così livelli che non si registravano dall'agosto 2002.
Livelli record anche per i tassi di interesse sui prestiti complessivi, che a giugno sono saliti al 6,3%, contro il 6,23% fatto segnare nel maggio scorso. In entrambi i casi, ha spiegato l'Abi, si tratta comunque di tassi di interesse nominali, che, se depurati dall'inflazione, mostrano un miglioramento rispetto alla situazione del 2002. Al netto dell'inflazione, a giugno pari al 3,8%, il tasso reale sarebbe circa del 2%, contro il 3% del 2002.
La percentuale dei mutui a tasso variabile si è dimezzata: a differenza di cinque anni fa la richiesta guarda ora al tasso fisso, che raccoglie il 60% delle nuove polizze. L'Abi evidenzia come stia variando la composizione della domanda di mutui, con sempre più persone che scelgono il tasso fisso rispetto a quello variabile. L'incidenza dei nuovi mutui a tasso variabile sul totale - si legge nel rapporto dell'Abi - è passata dal 68% del 2003 a poco meno del 30% nei primi cinque mesi del 2008. Allo stesso tempo la quota dei finanziamenti a tasso fisso è aumentata dal 22,1% del 2003 al 60,6% dei primi cinque mesi del 2008, "avvicinando la composizione tra finanziamenti a tasso fisso e variabile a quella che si registra in altri paesi dell'area euro, quali la Germania, l'Olanda e il Belgio". Il variabile resiste invece in Spagna, Portogallo e Irlanda.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©