Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

si guarda al futuro con il nuovo Shopping Center

Napoli città di mare: inaugurata la nuova Galleria

Centro commerciale,sale meeting e sfilate esaltante offerta

.

Napoli città di mare: inaugurata la nuova Galleria
07/04/2011, 10:04

Napoli - Una struttura imponente totalmente ristrutturata, vede in una elegantissima galleria commerciale, nelle avveniristiche sale per eventi, sfilate e congressi, il fulcro della nuova Galleria del Mare inaugurata presso la Stazione Marittima che sorge nel centro della città di Napoli, città situata nel centro del Mediterraneo, che ogni anno vede transitare un milione e duecentomila crocieristi. Il
“Varo” di questo nuovo vanto cittadino a visto anche lo svolgersi del dibattito “Napoli riparte dal Mare” al quale sono intervenuti il Cardinale Crescenzio Sepe Arcivescovo di Napoli, Luciano Dassatti Presidente delle Autorità Portuali, Paolo Graziano Presidente Unione Industriali, Maurizio Maddaloni Presidente Camera di Commercio di Napoli, Sergio Vetrella Assessore Trasporti della Regione Campania e Nicola Coccia Presidente Terminal Napoli SPA. Al centro del dibattito il futuro della stazione Marittima Partenopea che trovandosi al centro della città offre non pochi vantaggi. Sull’ ubicazione della stessa accentra l’attenzione l’ Assessore Vetrella che punta all’ ambizioso progetto, che vedrebbe il porto di Napoli al centro di un anello di collegamenti; un esempio fra i tanti: sarà possibile, grazie ai mezzi pubblici giungere nella stazione marittima anche da Pompei. Per questo ambizioso progetto sono stati stanziati 420 milioni di euro di cui 189 già spesi e che vedrà l’ inaugurazione della stazione metro napoli nel 2013. Dal dibattimento emerge una massima : “una collana di perle è bella non per le perle stesse ma per il filo che le mantiene” quindi stazione marittima una delle perle che saranno unite dal filo, quello delle infrastrutture, dei servizi, della riqualificazione dell’ area adiacente al porto; come ci spiega Paolo Graziano Presidente Unione Industriali di Napoli che è la promotrice del Progetto Naples. Riqualificazione di una vasta zona che parte dal borgo degli Orefici per arrivare fino a San Giovanni a Teduccio;dicevo un progetto ambizioso che vede in prima linea come finanziatori i privati, gli industriali napoletani e non che credono nello sviluppo di quest’ area. Chiaramente anche le istituzioni faranno la loro parte offrendo garanzie affinché la fiducia degli investitori sia sempre maggiore. Come ad ogni inaugurazione che si rispetti la presenza di un Prelato è d’ obbligo, e qui a “Napoli riparte dal Mare” non poteva, non mancare Il Cardinale Sepe che dice: “ Napoli è figlia del mare ed è una città che vive questa maternità. Da Napoli partivano tanti migranti diretti verso un sogno che si chiamava America. Oggi questa stazione marittima rappresenta un centro di occupazione e di sviluppo per i napoletani” e come Sua consuetudine conclude l’ intervento con il consueto “ A Maronn’ t’ accumpagn’ “. Poi  il Cardinale Sepe  si è cimentato nel tagliato di una gigantesca torta .
Il tradizionale taglio del nastro è spettato ad un ever green della canzone italiana e partenopea: Peppino di Capri coadiuvato da un ex emigrante Mario Natale che salpò dal porto di Napoli nel 1955

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©