Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

NAPOLI, MAGLIA NERA PER IL PREZZO DELLA BENZINA


NAPOLI, MAGLIA NERA PER IL PREZZO DELLA BENZINA
06/04/2008, 18:04

Tra tanti problemi, anche quello della benzina.

Napoli è la città italiana dove il carburante costa di più. In realtà i napoletani che viaggiano su e giù per lo stivale l’hanno sempre saputo, ma "chest'è".

A seguire il capoluogo campano c’è un’altra città del Sud, Bari. I fiorentini, invece, oltre a non possedere i mali del Sud possono dirsi soddisfatti, seppur moderatamente. A Firenze un litro di verde costa circa 7 centesimi in meno rispetto a Napoli.

La top ten emerge dalle rilevazioni condotte dalla Figisc-Confcommercio nel libro bianco sulla distribuzione dei carburanti.

L’associazione dei gestori ha condotto la sua indagine lo scorso 19 febbraio su 1.300 impianti di 10 grandi città italiane confrontando prezzi massimi e minimi praticati sulla rete e calcolando un prezzo medio. Napoli, Bari e Genova risultano le città più care per chi si mette in macchina. In tutti e tre i casi il prezzo medio della verde viaggia infatti oltre 1,4 euro al litro, ben al di sopra della media delle altre città italiane considerate nell'indagine.

Il motivo dello stacco - e anche questo i più informati lo sapevano - sta nell’addizionale regionale sull’accisa - pari a 0,026 euro al litro -, vigente nelle tre città, che però superano le altre di molto più che 2,5 centesimi. A Napoli infatti il prezzo medio praticato dagli impianti arriva a 1,422 euro al litro, 4 centesimi in più di Roma, dove per un litro di benzina i benzinai chiedono in media 1,380 euro e ben 7 centesimi in più di Firenze.
 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©