Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Giovani Imprenditori:veri protagonisti del futuro

Napolitano" La sfida è l'ccupazione stabile per i giovani"

Zero politici sul palco di Capri

Napolitano' La sfida  è l'ccupazione stabile per i giovani'
21/10/2011, 20:10

Di sostegno ai giovani pronti più che mai ad affrontare la crisi di questi tempi sono state le parole del presidente della repubblica, Giorgio Napolitano che in un messaggio inviato ai giovani imprenditori di Confindustria riunitisi a Capri: “un'occupazione stabile per i giovani è una sfida da vincere. Occorre realizzare una forte coesione di intenti in ordine a obiettivi condivisi, superando con coraggio e senso della responsabilità comune anche sentimenti di sfiducia che si possono affacciare”.
La squadra degli industriali under 40 non hanno perso tempo e consapevole di dover puntare su alcuni punti fondamentali quali : fisco, lavoro ma anche pensioni, con l'innalzamento più rapido dell'età, hanno presentato, guidati da Jacopo Morelli le proprie proposte al presidente Della repubblica che li ha accolti al Quirinale. Napolitano ha inoltre ha riconosciuto che “ molto sta facendo il mondo delle imprese anche in modo propositivo ed è importante: lo testimonia il Progetto per l'Italia” . “ La strada delle riforme e della crescita in un contesto di stabilità dei conti pubblica” si baserà su cinque priorità :riforma fiscale, pensioni, cessioni del patrimonio pubblico, liberalizzazioni e semplificazioni, infrastrutture.
Dopo un periodo di pessimismo torna così la voglia di combattere per il futuro e la determinazione è la prima cosa che emerge dai giovani industriali di Confindustria pronti per affrontare l’appuntamento del 21 e 22 ottobre a Capri, con queste parole “Se le cose stanno così: Alziamo il volume: diamo voce al futuro” . Il convegno giunto alla sua 26 edizione quest’anno presenta con una novità essenziale. Nessun politico salirà sul palco a parlare. È il presidente degli industriali under 40 Jacopo Morelli a riferirlo. Gradito invece sarà la loro presenza in platea per continuare ad avere un confronto e permettere loro di ascoltare magari con più attenzione . La decisione è stata infatti maturata anche dalla consapevolezza dell’assenza di risposte avute dai politici alle proposte giovanili.” I giovani questa volta diventano i veri protagonisti del cambiamento riuscendo a dare voce a quella realtà che, in sottofondo, fanno impresa in modo nuovo e soprattutto parlano in modo nuovo”.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©