Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Confcommercio calcola 17 euro in meno rispetto al 2009

Natale, frena la spesa ma non cadono i consumi


Natale, frena la spesa ma non cadono i consumi
01/12/2010, 15:12

Nonostante sia prevista per il Natale 2010 una frenata della spesa, Confcommercio calcola che non ci sarà la caduta dei consumi. 1337 euro saranno destinati alle compere natalizie, 17 euro in meno (-1,2%) rispetto al 2009 quando si contavano 1354 euro.
Confcommercio spiega che il calo dei consumi natalizi è dovuto in particolare alle categorie che non beneficiano della tredicesima mensilità. Eppure saranno 33,6 miliardi, +1,2% rispetto al 2009 ad essere destinati alle spese natalizie. Gli italiani saranno orientati con molte probabilità verso l'acquisto di prodotti alimentari e tecnologici.
I dati sono stati diffusi oggi dall'ufficio studi della Confcommercio e commentati dal presidente Carlo Sangalli, che esprime la sua preoccupazione per l'aumento della disoccupazione. " E' vero che in Italia è meno marcato grazie alle politiche governative e alle Pmi che non hanno licenziato, ma questo combinato maldisposto produce spinte negative e pericolose che dobbiamo contrastare", ha detto.
Da un'analisi della Coldiretti inoltre emerge che otto italiani su dieci non si asterranno da un gran cenone e da un abbondante pranzo di Natale. Sarà premiata l'enogastronomia per la riscoperta della tradizione a tavola e per la grande affluenza nei mercatini durante le festività. La Coldiretti stima che gli italiani spenderanno più di 2 miliardi di euro per i prodotti alimentari tipici.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©