Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Nuovo aggiornamento dell'elenco dei prodotti tradizionali e incontro di filiera per il rilancio comparto Mozzarella di Bufala Campana DOP


Nuovo aggiornamento dell'elenco dei prodotti tradizionali e incontro di filiera per il rilancio comparto Mozzarella di Bufala Campana DOP
10/07/2009, 12:07

Salgono al livello record di 4.471, 75 in più rispetto allo scorso anno, i prodotti agroalimentari tipici delle regioni italiane. Parliamo dell'elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali delle regioni aggiornato all'ultima revisione pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 149 del 30 giugno scorso.Cosi il Rappresentante della Consulta Nazionale dell’Agricoltura, Rosario Lopa. Tra i nuovi prodotti messi 'sotto tutela' il caciocavallo irpino di grotta e la mela bianca di Grottolella (Campania). Si è svolto, poi, presso il Mipaf, l’incontro di filiera per la tutela di questo straordinario prodotto del nostro agroalimentare la Mozzarella di Bufala. Creando i presupposti, per avere nel comparto la necessaria trasparenza per far uscire il comparto dalla crisi in cui versa. Il progetto di rilancio della Mozzarella di Bufala Dop, per unanime riconoscimento, è stato fatto nella direzione della trasparenza, della tutela e per la promozione sui mercati nazionali. Con le organizzazioni agricole (Coldiretti, Confagricoltura, Cia, ANPA) e il Consorzio di tutela della Mozzarella Campana Dop, è stato firmato un protocollo di intenti per il rilancio dell’intera filiera. Il protocollo parte dalle seguenti premesse:• l’intero comparto necessita di interventi urgenti per il rilancio del prodotto e della filiera; • esistono problemi strutturali e problemi congiunturali; • viene stabilita la priorità di affrontare i problemi di mercato attraverso la modifica delle regole, comunque nel rispetto dell’esclusivo impiego di latte fresco di bufala per la produzione Dop; Nonostante tutto, continua il lavoro al fianco degli operatori del comparto Partenopeo e Campano dove a breve con il Sottosegretario Buonfiglio faremo il punto della situazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©