Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Nuovo Master prodotto a Batility


Nuovo Master prodotto a Batility
28/02/2010, 11:02

Da quest’anno, Nuovo Master sarà prodotto in esclusiva mondiale nello stabilimento SoVAB (Société des Véhicules Automobiles de Batilly), nel dipartimento francese di Meurthe-et-Moselle, a 30 km a nord della città di Metz.

Il sito, che festeggerà i suoi trent’anni all’inizio di giugno, è specializzato dal 1980 nella produzione di grandi veicoli commerciali. Dal 1980 al 1997, ha prodotto Master prima generazione e successivamente, dal 1997 al 2010, Master seconda generazione, che ha venduto oltre un milione di unità in 45 paesi. Oggi, la produzione di Nuovo Master – Master terza generazione, i cui ordini sono già aperti – si sostituisce progressivamente a quella della versione attuale. SoVAB dovrebbe interrompere la produzione di Master seconda generazione alla fine del 2010.

Scegliendo SoVAB, Renault garantisce il futuro del sito. Con 2.399 dipendenti, lo stabilimento resta il più importante datore di lavoro privato nel dipartimento di Meurthe-et-Moselle. Grazie ad una forte integrazione locale, la SoVAB dà lavoro a 3.000 dipendenti a tempo pieno nella regione della Lorena. Renault mantiene, così, l’occupazione industriale in una regione duramente colpita dalle riconversioni della siderurgia e dell’industria mineraria.
Renault ha selezionato la SoVAB per il suo know-how nella produzione di grandi furgoni. Batilly dispone, in effetti, di linee di produzione adatte alla sagoma di Nuovo Master, un vantaggio che ha permesso di ridurre l’investimento iniziale del programma. Il sito è in grado, ad esempio, di produrre Nuovo Master L4, che misura 6,848 m, pari a due metri di lunghezza in più rispetto a Grand Espace.

Lo stabilimento beneficia, inoltre, di una rilevante esperienza in termini di gestione della grande diversificazione, caratteristica dei veicoli commerciali, e sarà perfettamente in grado di produrre le 350 diverse varianti di Nuovo Master.

Gli operatori di Batilly hanno acquisito un know-how che ha permesso a Master di seconda generazione di imporsi come riferimento in termini di qualità sul suo segmento in Europa. Nuovo Master dovrebbe conservare questa posizione, in particolare grazie ai 3 milioni di chilometri di test realizzati nella fase di progettazione. La qualità rappresenta un elemento cruciale nel settore del veicolo commerciale. Per il loro lavoro, gli operatori professionali devono poter contare sul loro veicolo, ogni giorno e durevolmente. Con Nuovo Master, lo potranno.

Grazie al sistema di management industriale di Renault chiamato S.P.R. (Sistema di Produzione Renault), implementato da 10 anni, il Gruppo ha potuto realizzare con successo tutti i recenti lanci industriali, ottenendo ottimi risultati in termini di qualità. L’industrializzazione di Nuovo Master beneficerà di questa esperienza positiva.

Batilly dispone di un comprovato tessuto di fornitori, che può vantare riconosciute performance in termini di qualità, costi e tempi. Cléon, un altro stabilimento francese del Gruppo, fornirà al sito tutti i nuovi propulsori 2.3 dCi (tipo M9T). Questa nuova motorizzazione, che sarà disponibile in tre livelli di potenza (dCi 100, dCi 125 e dCi 150) consentirà a Nuovo Master di proporre una riduzione del consumo medio di 1 l/100 km rispetto a Master di seconda generazione.

Renault ha investito 151 milioni di euro a Batilly, per lanciare la produzione di Nuovo Master. In particolare, il Gruppo ha realizzato importanti investimenti nel reparto lamiere, per poter disporre delle più recenti tecnologie in materia di robotica industriale, e ha installato una nuovissima linea di 250 robot, in grado di produrre le 350 varianti di Nuovo Master.

Anche il settore verniciatura ha visto delle evoluzioni, destinate non soltanto a permettere la produzione della nuova versione L4, che misura 6,848 m, ma anche a realizzare 120 colori, per coincidere con le molteplici esigenze dei clienti di Nuovo Master in tema di identità estetica.

Nel reparto di montaggio, Renault ha adattato le sue linee produttive per migliorare le condizioni di lavoro degli operatori e le performance degli impianti (Nuovo Master Trazione Anteriore e Posteriore saranno assemblati sulla stessa linea), ottimizzando parallelamente la qualità.

Inoltre, lo stabilimento beneficia oggi dei più recenti progressi realizzati nei diversi stabilimenti del Gruppo, quali la “strike zone” , l’IFA e il “kitting” . Tali dispositivi hanno permesso di migliorare la competitività del sito in termini di qualità, costi e tempi.

Lo stabilimento ha predisposto un programma di 43.400 ore di formazione per gli operatori di produzione e 22.000 ore per il personale di manutenzione, nella prospettiva di ottenere un livello qualitativo ottimale fin dal lancio.

In linea con tutta la gamma dei veicoli commerciali Renault, Nuovo Master è un veicolo a forte valore aggiunto. La strategia industriale di Renault consiste nel produrre il più vicino possibile ai mercati, e attribuire i veicoli a forte valore aggiunto ai paesi ad elevato costo della manodopera. Per questa ragione, il Gruppo può oggi industrializzare il furgone in Francia. Nel 2007, Renault ha industrializzato Kangoo nello stabilimento di Maubeuge e il Gruppo produrrà, negli anni a venire, un nuovo furgone a Sandouville.

Renault è un’azienda francese, fortemente legata alle sue radici e parallelamente interessata a svilupparsi a livello internazionale.
I veicoli Renault sono commercializzati in 188 paesi sui 5 continenti, ma la Francia resta il cuore industriale del Gruppo. Renault ha 14 siti industriali in Francia, su un totale di 38 a livello mondiale, e il Gruppo vi realizza il 55% del suo valore aggiunto industriale. 1/3 dei dipendenti industriali di Renault lavora in Francia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©